Dal pensare a fare …

L’azienda per cui lavoro difficilmente mi rinnoverà il contratto … è da tempo che penso di trasferirmi all’estero. Emigrare sarebbe un grande salto nel buio ma credo che rimanere in Italia e ricercare un altro lavoro comunque sarebbe difficile per diversi motivi quali: età, istruzione, mercato del lavoro allo stermo.  Non voglio iniziare nuovamente con il “balletto” dei contrattini, delle mille ore di straordinario solo per “dimostrare che sei dedita alla missione aziendale” e che sei “onorata e grata” di lavorare ed il tutto condito dal non avere il “diritto” alla maternità … Con laurea, master ho visto molti amici che attualmente sono precari e con lavori non “qualificati”… Ed allora ho sfruttato i pochi giorni di ferie che ho per un sopralluogo più approfondito della capitale in cui vorrei trasferirmi, Stoccolma. La capitale della Svezia ha molto da offrire e sopratutto ha un grande punto a suo favore, la vivibilità. Attualmente abito o per meglio dire sopravvivo a Roma dove la qualità della vita sta corollando di giorno in giorno … Trasporti, rifiuti, scuole, buche insomma solo la quotidianità è un impresa, pensate viverci, lavorarci e crescere figli …. Stoccolma ha un traporto pubblico invidiabile, un buon welfare, una buona qualità di vita … 

 L’unico grande neo imparare lo svedese 😅. Da un mese, ogni sera ho dedicato almeno un ora a questa fantastica, quanto difficile lingua ma qualche piccolo risultato lo sto raccogliendo. Questa mattina andrò ad informarmi per i corsi di lingua svedese per stranieri così da poter capire quando tornare e farne uno intensivo … Voi che ne pensate? 

Per ora con grande abbraccio ai miei amici followers 

Annunci

15 thoughts on “Dal pensare a fare …

  1. Con me sfondi una porta aperta perché noi lo abbiamo fatto da tempo. Per carità, io ho un lavoro che mi posso gestire con l’italiano e al massimo l’inglese, quindi non ho mai fretta di imparare una lingua per una questione lavorativa, però cerco sempre di mettermi in gioco. Non sono scelte facili ma se ve la sentite fate benissimo! Un abbraccio grande

  2. È sempre una svolta importante, quella di lasciare il proprio Paese d’origine per lavoro. Ma se io l’ho fatto per la carriera vent’anni fa quando di lavoro ce n’era, oggi è diventata un’ineluttabile necessità. L’Italia sta precipitando in un baratro, al di là delle burlonesche dichiarazioni dei politici. Tra poco in America esploderà la nuova bolla dei derivati al cui confronto quella del 2008 sarà stata una passeggiata. Lo sanno le banche e lo sa l’Europa, ma ce lo nascondono per non scatenare il panico. Le prime avvisaglie ci sono, vedi crolli ripetuti della borsa cinese dove il debito americano è cospicuo.
    Disegnato lo scenario, il consiglio è SCAPPA A GAMBE LEVATE. Non ci pensare nemmeno un secondo di più.
    Io preferirei Australia, Canada ed Emirati Arabi dove ci sono anche molto interessanti programmi di immigrazione che valorizzano gli skills e le competenze, e dove si attuano programmi di sostegno economico a chi sceglie di stabilirsi.
    Ho anche letto da qualche parte che l’80% dei giovani che si reca in Inghilterra per cercare lavoro, lo trova in una settimana.
    Ma, da questo punto di vista, è questione di preferenze.
    Quindi… BUON VIAGGIO e IN CULO ALLA BALENA!

  3. Trovo tu sia coraggiosa,ma non saresti la prima a fare una scelta simile, conoscendo di persona gente che è andata a vivere in Finlandia e Norvegia! E poi con l’inglese, agli inizi, te la caveresti comunque bene!
    Allo stesso trovo dispiacere nel continuare a vedere gente che è costretta a lasciare l’Italia.. ma se l’Italia ci tratta in questo modo ci sono ben poche alternative!

    Un abbraccio di sostegno ed in bocca al lupo, qualsiasi scelta tu faccia!

  4. Un caro amico di mia figlia e’ in Lussemburgo, si trova benissimo, ha un lavoro importante e credo proprio che non tornera’ piu’ in Italia! Sono sicura che ti troverai bene perche’ avrai un lavoro e potrai pensare al tuo futuro, cosa che qua per la situazione che abbiamo non riesci a fare, ti faccio tanti auguri cara, hai ancora tempo ma ti leggo cosi’ determinata a questo importante cambiamento! Un abbraccio, ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...