Essere una taglia 48

*Attenzione in questo post ci sono delle parloccie – mi scuso fin d’ora*

Essere una taglia 48 ai giorni nostri sembra significare essere una persona “diversa” … Ho 36, una 48 ben distribuita eppure ci sono persone che persone che si permettono di criticare o fare osservazioni, non richieste, sul mio peso.

  
Esempio n.1 

Passeggiando con la carrozzina, incontro un amica di mia madre che non vedevo da un po’ di temo

Lei : che bella bambina, come si chiama?

Io: grazie, Desiree 

Lei: da quanto hai partorito ?

Io: veramente ci siamo adottati 😍 

Lei: non hai partorito tu? Eh ma allora ti sei ingrassata, hai fatto cure ormonali? Ti devo rimettere in sesto.

Io: 😳 dapprima l’avrei mandata a fare in culo, dopodiché ho respirato e con un cenno di sorriso sono andata via. Poi mi è scaturita una rabbia ed ho pensato ma perché cavolo non ho risposto ?

Esempio 2: Lascio pagata la colazione a dei commessi di un negozio di cartaria, che minuziosamente mi hanno spiegato come realizzare un cassetta di cartone per bambini ( futuro post – ammesso che riesca a realizzarla). Entro al bar (dove vado spesso e mi conoscono da una vita) lascio i soldi per offrire la colazione, dopodiché rientro nella cartaria ad ultimare degli acquisti, entra il signore del bar e dice ai commessi (io ero nascosta da uno stand) 

Barista: la signora, quella grossa 😳, vi ha offerto la colazione 

Io: faccio capocciella dallo stand e dico…scusami ma su mille cose che conosci di me mi descrivi così ? 😠 Sono rimasta con il sorriso, ma gli ho detto con carineria, potevi dire la signora che la carrozzina, quella che lavora presso… Quella plurilaurata  e che cazzo !!! Ma no quella grossa ma vaffanculo ( il vaffa è stato risparmiato al barista)

Esempio 3 – negozio di abbigliamento 

Io: buongiorno, mi scusi di questi pantaloni c’è la 48?

Commessa: no signora ! Inorridita dalla dimanda. La stilista prevede taglie fino alla 46. 

Io: Vah bene grazie, può dire alla stilista che esistono anche persone che portano anche oltre la 46? È sempre dentro di me ( vaffanculo) 

Ma voi che cosa ne pensate? Ma perché essere in carne permette alle persone di fare dei commenti del genere ?!?!? È da maleducati. È chiaro che questo discorso vale per ogni tipo di taglia. Ed è altrettanto chiaro che, se queste cose che vi ho descritto capitassero ad un adolescente, forse si sentirebbe sbagliata, magari si sarebbe fatta mille paranoie e caso estremo, diventare anoressica?

   
 P.s. Scusate se ci sono orrori / errori di sintassi o grammaticali ma sto scrivendo il post alle 4:16 di notte da un i – phone al buio … Ma ci tenevo a buttar giù le mie sensazioni in Real time.Notte 😘

Annunci

41 thoughts on “Essere una taglia 48

  1. Io penso che da quando sono a Londra sono rinata. Anche io porto la 48 che qui si traduce in 16. Le taglie da 14 a 18 sono sempre quelle che vanno per la maggiore. Qui si arriva anche a 22 24. Per dire l italia nn ha capito nulla. E continua a nn capire qando anche in tv ti propina modelli e canoni di bellezza limitati. W la taglia 48.

  2. Buon giorno cara! Premetto che sto scrivendo con il cellulare.. Quindi già sai.e poi sono neanche le 8 ma ci tengo a rispondere subito perché poi sono presa e difficilmente mi attacco al PC nel we. COME TI CAPISCO ma…Io sono una taglia 38! Un metro e 60 per 42kg. Credimi è 45 anni che lotto con frasi del tipo “quella anoressica ” oppure davanti al fatto che mi scofano pasta pizza risotti mi dicono ” ah ma tu mangi!” oppure alcune frasi del tipo ” manico di scopare vestito ” ” vogliamo mettere su qualche kilo sennò gli uomini cosa toccano ossa?” trovare dei pantaloni decenti non è semplice e trovare dell intimo taglia prima pizzato e sexy???? 😁 😁 le commessa ti guardano e ti orientano verso una seconda che veste stretto… Va beh detto ciò, ho imparato a conviverci, sono così da sempre (non ti consigliano mai esami per la tiroide?? A me si) cerco sempre di abbozzare, di rispondere educatamente ma facendo in modo che nessuno mi manchi di rispetto. Vi sono effettivamente patologie mediche che possono avere conseguenze come magrezza o sovrappeso e come tali vanno trattati e rispettati. Cerco sempre nel vestire in maniera adeguata al mio fisico( non è vero che se sei magra puoi mettere tutto) di non veicolare l immagine del magra=gnocca ma al massimo di trasmettere un equilibrio tra aspetto fisico, buon cibo ( sono vegetariana da anni ancora prima della gravidanza… Non ti dico i commenti a riguardo!) e tanto sport. Grazie del tuo post, credo che ne farò spunto per un mio prossimo perché l argomento mi sta a cuore. Bello il tuo verbo “ci siamo adottate ” è davvero così!!! Come sta la piccola, cresce, è brava? Un abbraccio forte ah stai attenta perché quando abbraccio mi si sentono le ossa..😊 ps quella stilista è probabilmente la stessa che non ha pensato alle donne basse e magre, farà solo taglie per donne alte e magre…

    • Ecco Principessa è proprio quello che intendevo… Che si porti una 36 o una 58 od oltre perché fare battute, non è rispettoso. Perché giudicare?Per me tu sei bella così come sei, senza conoscerti, perché hai un animo nobile e dolce ed è questo che bisogna – secondo me guardare – chi sei e non come sei!!!! Mi dispiace che anche tu sia stata ferita su questo.La piccola cresce ed è un amore. Un abbraccio grande grande con tt l’affetto e l’amicizia. Aspetto di leggere il tuo futuro post. Super mega smack

      • Grazie e ovviamente ricambio. Adesso in questo frangente di vita che siamo mamme di bambine piccole abbiamo il dovere morale di trasmettere certi valori, soprattutto quello base dell’uguaglianza anche a livello di aspetto fisico che non è affatto una banalità, anzi…non mi dilungo oltre. Grazie per le belle parole e avrai presto mie notizie… Ti avviso però è magari ti faccio leggere la bozza in.privato… Buona giornata (sai cosa mi manca di più di quando mia figlia era piccola piccola come la tua? Il suo profumo e il suo respiro quando dormiva nella sdraiata…mmmmm che nostalgia!!! Goditi tutti questi istanti)

  3. Guarda, ho vent’anni e sono una 50 praticamente, ero dimagrita tanto da arrivare alla taglia S sia sotto che sopra, poi ho rimesso quasi tutto. Ora non dico che sto bene con il mio corpo, ma ci convivo. Il problema è quando entro in un negozio di vestiti per ragazzi e mi accorgo che fanno capi solo per ragazze alte e magre. Tipo settimana scorsa da Terranova che c’era un maglione L che per lunghezza mi arrivava alle ginocchia (😤) e per larghezza stava alla mia cuginetta di 10 anni che è super magra 😒

    • Ecco pure queste taglie fasulle !!! Non vanno bene. Alis basta che stiamo bene di saluta per il resto – come ha scritto Dora nei commenti – dobbiamo essere fiere e spiazzarli 😉 . Un mega bacio

  4. La 48 non è essere enormi. La 48 è giusta. Ma che sia la taglia o altro, c’è chi proprio non sa vivere senza insultare gli altri. Impara a difenderti, spiazzali, chiedi loro perché ti vedono grassa e se per caso non sei tenuta a dimagrire per renderli felici, perché tu faresti di tutto per vederli felici e non piangere di disperazione… 😉 Non farti demolire e sii fiera di te!

  5. Che dire, cara, hanno già scritto tutto sopra e non c’è limite alla maleducazione della gente. Io vario dalla 42 alla 44, ma sono stata anche una 48 durante l’adolescenza. Mi sono sempre sentita bella e anche corteggiata ai tempi, solo una volta un tipo mi ha detto, peccato perché hai un viso bellissimo, se solo fossi più magra. Hai capito vero dove l’ho mandato?? 😄😄😄 L’importante è piacersi e stare bene con se stessi! Un bacio a te e alla tua piccola ❤️❤️

  6. oh orchidea… ma secondo loro una taglia 48 è una cosa così enorme??? boh! non dico altro perchè sottoscrivo tutti i commenti sopra! io non sono magretta, soprattutto dopo piccola, ma non lo sono mai stata, ma ho sempre portatole mie ciccette in giro! se fanno sti commenti stupidi il problema è loro, non nostro.
    senti… ma… CI SIAMO ADOTTATI! ma quanto può essere bella questa espressione! lascia stare il resto che sono tutte parole al vento di gente che npon sa che dire…. capisco pesare 100 kg, ma quello poi diventa un problema di salute e non di estetica. quindi…! mozzichetto al culetto della gnocchetta!

  7. La cosa che trovo assurda è che spesso a noi uomini piacciono di più le ragazze con forme anzichè gli stecchini degli stuzzicadenti.. ed invece propinano alle sfilate di moda ragazze con corpi denutriti.
    E’ una vera e propria assurdità

  8. ex taglia 60, ora 48, che lotta da sempre con i kg di troppo… inizialmente pochi (perchè sono sempre stata un’adolescente grassottella ma penso sempre intorno alle 46/48) fino a poi diventare enorme… già si fa fatica a trovare vestiti per una 48, immaginatevi per me qualche anno fa…
    Però io, con la mia attuale 48, non riesco a convivere… non mi piaccio, non posso mettere le cose che vorrei, ho la ciccia che straborda da ogni indumento… e ci provo a dimagrire, ma con tanta fatica dannazione!
    Vabbè scusa per questo piccolo sfogo 🙂
    Mi aggrego a tutte voi indignate… e cosa dire allora che nei negozi paragonano una 46 ad un xl? una extralarge? Oh ma scherziamo???
    Beh sai che il mio fidanzato si “lamenta” del fatto che sto dimagrendo? Perchè quando si sdraia sulla mia pancia, sente le ossa dell’anca ahahahah

  9. Io portavo la 40 quand’ero ragazza, se andava bene, altrimenti la 38, e mangiavo quello che volevo, per andare a ballare mettevo due gonne altrimenti scendeva giu’ tutto, poi, con il tempo, sono ingrassata e adesso porto la 46 ma spesso prendo la 48 per stare piu’ comoda, mi adoro cosi’ come sono, non tornerei mai indietro, certo, sto attenta a non aumentare di peso, per esempio adesso sono un po’ a dieta, poi con le feste sai com’e’, si mangia!!! Tu stai benissimo tesoro, ma scherzi, non ascoltare la gente, non capisce un tubo, hai fatto bene a scrivere questo post, le piu’ deboli, le ragazze giovani dovrebbero leggerlo, ti abbraccio cara, buona domenica, ❤

  10. Io non so che taglia sono, di solito oscillo tra la 42, in certi casi la 44 e in altri la 40/38, conforme da pantaloni e gonne soprattutto, ancora non so se dipende da me o sono i vestiti che non sono perfetti, comunque questo fatto mi condiziona a tal punto da andare a comprare ai grandi magazzini per evitare le commesse sanguisughe che ti si appiccicano addosso e ti inseguono fino agli spogliatoi e pretendono di darti consigli sulle taglie. Una volta provando una gonna mi stavo guardando allo specchio per cercare di capire se mi piaceva o meno quello straccetto ( non di certo per la taglia), arriva tutta premurosa la commessa e senza che io l’avessi interpellata mi fa notare che non era la taglia giusta per me e che per avere dei fianchi perfetti dovevo prima fare dei figli.Dirti che mi sono……..è dir poco, ma con un grande sorriso ho riconsegnato lo straccetto alla commessa e sono andata da un’altra parte a comprare, anche perché io sinceramente ci tengo ai miei fianchi e quella gonna mi stonava parecchio. Viva le taglie non taglie. Buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...